28.06.2017: COMUNICATO STAMPA: Affidato a Veritas per i prossimi 15 anni il servizio rifiuti nei Comuni di San Donà di Piave, Meolo e Quarto d’Altino con il passaggio alla tariffa a corrispettivo

Nella riunione di ieri l’Assemblea di Bacino, composta dai Sindaci dei 45 Comuni del Bacino rifiuti Venezia, ha approvato all’unanimità la scelta di affidare a Veritas la gestione del servizio rifiuti urbani nei Comuni di San Donà di Piave, Meolo e Quarto d’Altino anche per i prossimi 15 anni.

La scelta del modello in house per la gestione del servizio rifiuti, affidato alla società interamente partecipata dai Comuni partecipanti al Bacino, è stata il frutto di una complessa istruttoria condotta dal Consiglio di Bacino, l’Ente di governo del Bacino che ha verificato la convenienza sia economica che qualitativa dell’offerta di Veritas per ciascuno dei tre Comuni, con l’ausilio di un advisor indipendente scelto con gara e in piena sintonia con le rispettive amministrazioni comunali.

Sulla scelta di Veritas, che già svolge il servizio in tutti i 45 Comuni del Bacino, hanno anche influito i vantaggi dell’omogeneità di gestore per l’intero bacino, che consente economie di scala soprattutto nella fase di smaltimento dei rifiuti, ed un’ottimizzazione degli impatti ambientali anche nelle fasi di trasporto grazie agli impianti di avanguardia a Marghera delle società del Gruppo Veritas Ecoprogetto ed Ecoricicli, che trattano i rifiuti avviati rispettivamente a recupero e riciclo da parte di tutti i Comuni del Bacino.

Il modello organizzativo di servizio scelto dalle tre amministrazioni comunali è quello della raccolta domiciliare “porta a porta” con applicazione della tariffa puntuale a corrispettivo (TARIP), basata cioè sulle quantità di rifiuto indifferenziato conferito da ogni utente, al fine di incentivare la raccolta differenziata anche con il contenimento dei costi di bolletta, nel rispetto del principio comunitario “chi inquina paga” già applicato con buoni risultati da 12 Comuni del Bacino.

Il nuovo modello di servizio sarà attivato entro il primo trimestre 2018, preparato da una capillare campagna informativa agli utenti con l’assegnazione dei nuovi contenitori a cura di Veritas, d’intesa con le amministrazioni comunali, in parte già in corso (a San Donà di Piave) o che sarà avviata entro la fine di quest’anno (a Quarto d’Altino e a Meolo)

Con queste delibere, il Consiglio di Bacino Venezia Ambiente, presieduto da Giorgio Talon e diretto da Paolo Diprima, entra nel pieno delle sue funzioni di Ente di governo del Bacino rifiuti che tra le sue principali competenze ha quella di scegliere il gestore del servizio nei Comuni del Bacino, man mano che scadono gli affidamenti in corso.

 

Il Presidente

Giorgio Talon

28 giugno 2017